VINCENZO MORELLI

romano, 73 anni nel dicembre 2017, studioso di storia e di tradizioni di Roma, si è interessato da sempre ad attività informatiche, sia nel campo sistemistico che formativo, coniugando insieme la sua passione per i libri, la ricerca e gli archivi, alle nuove tecnologie messe a disposizione dai computers.

Collabora con le più qualificate associazioni culturali romane, ed è membro dal 2000 del "Gruppo dei Romanisti".

L'incontro con INTERNET, stimolante  dal punto di vista creativo, è stato deteminante per la produzione di saggi e pubblicazioni come  "Omaggio a Via Giulia "   che viene regolarmente aggiornato ogni mese.

Nel 1998 termina un racconto storico con documenti tratti dal proprio archivio, intitolato "Avevano pensato a tutto..", in cui narra una singolare vicenda della sua famiglia, (insediatasi a Roma già dal 1710), che comincia agli inizi dell '800, e passando per la presa di Roma del 1870, finisce quasi ai giorni d'oggi. E' pubblicato su questo stesso sito con il titolo "Avevano pensato a tutto...".

Altro saggio pubblicato sempre su questo sito è  "Essere romano"  (l'orgoglio di essere nato a Roma) . 

Un ricordo di un caro amico scomparso nel racconto " Il presepe di Giulio Cesare "

Vive a Roma, ha due figli Giulia e Flavio, e svolge attività di consulenza formativa ed organizzativa nel campo dell' informatica.


 

libri & libri  &   & 

Se vi piacciono i libri e volete visitare qualche biblioteca di quelle importanti, a voi la scelta:

Se invece cercate qualche libro in particolare ecco qui:

Per scaricare qualche testo elettronico (e-book) provare:

Se invece volete acquistare qualche libro eccovi soddisfatti:


la mia lupa.gif (6378 byte) ROMA

 

    da qui...Via Giulia

 

 

 

    a qui...Piazza Farnese

 

 

 

   a qui...Campo de Fiori

                                                                        

                                                                         

                                                                         


                                                                                                                                                                   fino a qui  Piazza Navona

  fine